Reclami

image_print

Reclami passeggeri

Diritto alla presentazione di reclami e modalità

I passeggeri, adeguatamente informati dei loro diritti ai sensi del Regolamento (UE) n. 181/2011, possono presentare, in caso di presunta infrazione delle disposizioni del Regolamento stesso, eventuali reclami, secondo le procedure di seguito specificate:

In prima istanza, i passeggeri dovranno presentare reclamo scritto a Segesta Internazionale S.r.l. tramite posta raccomandata all’indirizzo di via Libertà 171, 90143 – Palermo, oppure inviando una mail al seguente indirizzo di posta elettronica: reclami@buscenter.it. Il passeggero dovrà trasmettere tale reclamo a Segesta Internazionale entro tre mesi dalla data del viaggio, avvenuto o programmato, su autobus di linea. Segesta Internazionale comunicherà al passeggero, entro un mese dalla ricezione del reclamo, se questo è stato accettato, rifiutato o se la pratica è ancora in fase di elaborazione, ed entro tre mesi fornirà una risposta definitiva.

Solo in seconda istanza, e solo decorsi 90 giorni dall’invio del primo reclamo a Segesta Internazionale, i passeggeri potranno presentare reclamo all’organismo nazionale competente designato dal Regolamento, individuato nell’Autorità di Regolazione dei Trasporti. I passeggeri dovranno presentare eventuali rimostranze relative alla violazione dei diritti di cui al Regolamento (UE) n. 181/2011 tramite posta raccomandata all’indirizzo di Via Nizza 230, 10126 Torino, oppure inviando una email ad uno dei seguenti indirizzi di posta elettronica:

oppure utilizzando l’apposito accesso telematico (SiTe), disponibile sul sito web dell’Autorità. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.autorita-trasporti.it.

Reclami passeggeri

Diritto alla presentazione di reclami e modalità

I passeggeri, adeguatamente informati dei loro diritti ai sensi del Regolamento (UE) n. 181/2011, possono presentare, in caso di presunta infrazione delle disposizioni del Regolamento stesso, eventuali reclami, secondo le procedure di seguito specificate:

In prima istanza, i passeggeri dovranno presentare reclamo scritto a Segesta Autolinee SPA tramite posta raccomandata all’indirizzo di via Libertà 171, 90143 – Palermo, oppure inviando una mail al seguente indirizzo di posta elettronica: reclami@segesta.it. Il passeggero dovrà trasmettere tale reclamo a Segesta Autolinee entro tre mesi dalla data del viaggio, avvenuto o programmato, su autobus di linea. Segesta Autolinee comunicherà al passeggero, entro un mese dalla ricezione del reclamo, se questo è stato accettato, rifiutato o se la pratica è ancora in fase di elaborazione, ed entro tre mesi fornirà una risposta definitiva.

Solo in seconda istanza, e solo decorsi 90 giorni dall’invio del primo reclamo a Segesta Autolinee, i passeggeri potranno presentare reclamo all’organismo nazionale competente designato dal Regolamento, individuato nell’Autorità di Regolazione dei Trasporti. I passeggeri dovranno presentare eventuali rimostranze relative alla violazione dei diritti di cui al Regolamento (UE) n. 181/2011 tramite posta raccomandata all’indirizzo di Via Nizza 230, 10126 Torino, oppure inviando una email ad uno dei seguenti indirizzi di posta elettronica:

oppure utilizzando l’apposito accesso telematico (SiTe), disponibile sul sito web dell’Autorità. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.autorita-trasporti.it.

Reclami passeggeri

Diritto alla presentazione di reclami e modalità

I passeggeri, adeguatamente informati dei loro diritti ai sensi del Regolamento (UE) n. 181/2011, possono presentare, in caso di presunta infrazione delle disposizioni del Regolamento stesso, eventuali reclami, secondo le procedure di seguito specificate:

In prima istanza, i passeggeri dovranno presentare reclamo scritto a Sicilbus SPA tramite posta raccomandata all’indirizzo di via Libertà 171, 90143 – Palermo, oppure inviando una mail al seguente indirizzo di posta elettronica: reclami@sicilbus.it. Il passeggero dovrà trasmettere tale reclamo a Sicilbus entro tre mesi dalla data del viaggio, avvenuto o programmato, su autobus di linea. Sicilbus comunicherà al passeggero, entro un mese dalla ricezione del reclamo, se questo è stato accettato, rifiutato o se la pratica è ancora in fase di elaborazione, ed entro tre mesi fornirà una risposta definitiva.

Solo in seconda istanza, e solo decorsi 90 giorni dall’invio del primo reclamo a Sicilbus, i passeggeri potranno presentare reclamo all’organismo nazionale competente designato dal Regolamento, individuato nell’Autorità di Regolazione dei Trasporti. I passeggeri dovranno presentare eventuali rimostranze relative alla violazione dei diritti di cui al Regolamento (UE) n. 181/2011 tramite posta raccomandata all’indirizzo di Via Nizza 230, 10126 Torino, oppure inviando una email ad uno dei seguenti indirizzi di posta elettronica:

oppure utilizzando l’apposito accesso telematico (SiTe), disponibile sul sito web dell’Autorità. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.autorita-trasporti.it.

Reclami passeggeri

Diritto alla presentazione di reclami e modalità

I passeggeri, adeguatamente informati dei loro diritti ai sensi del Regolamento (UE) n. 181/2011, possono presentare, in caso di presunta infrazione delle disposizioni del Regolamento stesso, eventuali reclami, secondo le procedure di seguito specificate:

In prima istanza, i passeggeri dovranno presentare reclamo scritto a Interbus In SPA tramite posta raccomandata all’indirizzo di via Libertà 171, 90143 – Palermo, oppure inviando una mail al seguente indirizzo di posta elettronica: reclami@onbus.it. Il passeggero dovrà trasmettere tale reclamo a Interbus In entro tre mesi dalla data del viaggio, avvenuto o programmato, su autobus di linea. Interbus In comunicherà al passeggero, entro un mese dalla ricezione del reclamo, se questo è stato accettato, rifiutato o se la pratica è ancora in fase di elaborazione, ed entro tre mesi fornirà una risposta definitiva.

Solo in seconda istanza, e solo decorsi 90 giorni dall’invio del primo reclamo a Interbus In, i passeggeri potranno presentare reclamo all’organismo nazionale competente designato dal Regolamento, individuato nell’Autorità di Regolazione dei Trasporti. I passeggeri dovranno presentare eventuali rimostranze relative alla violazione dei diritti di cui al Regolamento (UE) n. 181/2011 tramite posta raccomandata all’indirizzo di Via Nizza 230, 10126 Torino, oppure inviando una email ad uno dei seguenti indirizzi di posta elettronica:

oppure utilizzando l’apposito accesso telematico (SiTe), disponibile sul sito web dell’Autorità. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.autorita-trasporti.it.

image_print